Recensione: Cortek Galaxy

Unboxing e prime impressioni

Il Cortek Galaxy arriva in un’enorme scatola dal peso importante, visto che il case pesa ben 25Kg da solo, ed una volta aperto troviamo il contenuto ben protetto e imballato. Il case è ulteriormente protetto da una grande sacca in tessuto mentre i pannelli in vetro trovano alloggio in uno scomparto apposito ricavato nell’imballaggio in poliuretano. Il Galaxy arriva praticamente assemblato, se non per i due vetri e le maniglie posteriori da avvitare successivamente.

A prima vista la qualità dei materiali è eccellente e si nota fin da subito lo spessore dei vari lamierati che rendono la struttura rigida e resistente. Il design è veramente particolare, l’inclinatura di 45° in avanti permette di far sembrare il case un esagono, anche se ovviamente il case vero e proprio non lo è, grazie alla base e al pannello in alluminio che integra i pulsanti di accensione e reset, 4 porte USB di cui 2 3.0 e i jack per cuffia e microfono.

L’interno del Galaxy è veramente spazioso e ben curato permettendo il montaggio di schede madri E-ATX con grande facilità, grazie alla scelta di non mettere slot per gli storage nel vano della scheda madre. Quest’ultimi trovano spazio nella cover PSU, altro elemento di pregio, con due slitte per HD da 3,5” e 4 alloggiamenti per dischi da 2,5” nell’intercapedine dietro la scheda madre, dove lo spazio è decisamente ampio per l’intero cable management.

Per quanto riguarda il raffreddamento il Galaxy permette di montare dissipatori per CPU a torre fino a 180mm, mentre dispone di 6 slot da 120mm nel top e nel frontale e 1 slot da 120mm nella parte posteriore. Da evidenziare il sistema scelto da Cortek per gli slot frontali e del top, ovvero due inserti removibili dove si possono applicare 3 ventole da 120mm ognuno oppure radiatori da 360mm nel caso di raffrettamento a liquido, una soluzione pratica che riduce notevolmente sia la difficoltà che i tempi di montaggio.

Il bundle infine è completato dalla fornitura di tutte le viti necessarie all’assemblaggio del PC.

 

Lascia un commento