Unboxing: Dark Souls 3 Collector’s Edition

Oggi la DeathCaverna ha il piacere di mostrarvi la Collector’s Edition di Dark Souls 3, un gioco che nel bene e nel male ha fatto parlare spesso di se. Dark Souls 3 è l’ultimo capolavoro sviluppato dalla From Software, con alla direzione Hidetaka Miyazaki (autore di Demon Souls, del primo Dark Souls e di BloodBorne), e pubblicato da Namco Bandai.
Il nuovo capitolo della saga di Dark Souls è stato rilasciato il 12 Aprile, purtroppo però la nostra collector’s edition ci è pervenuta solo il giorno dopo.

1

La scatola della collector’s ha delle dimensioni contenute (A: 30,5 cm – L:30,5 cm – P: 20 cm), con una colorazione prevalentemente nera e gialla, che rievoca perfettamente l’atmosfera cupa e lugubre del gioco. Sulla parte frontale, ed ai lati, della confezione è presente il Red Knight in tre diverse pose, sulla parte superiore è presente il logo di Dark Souls 3, mentre nel retro della scatola è illustrato brevemente il contenuto della Collector’s Edition, oltre ai requisiti minimi e consigliati per la piattaforma PC.

Il contenuto della collector’s è molto ricco, infatti una volta aperta la confezione troviamo un’altra scatola con all’interno la statuetta del Red Knight, un artbook illustrativo con tutti gli NPC ed i nemici della trilogia dei Souls, una mappa in stoffa, delle patch adesive ed una starter guide.

Infine, ma non per importanza, abbiamo il cofanetto in metallo di Dark Souls 3 (davvero ben fatto NdR), con all’interno i 3 dischi di installazione e la colonna sonora del gioco, oltre ai dépliant con la key Steam del gioco, ed un codice per registrare quest’ultimo sul sito Bandai Namco.

Passiamo al “pezzo grosso” della collector’s, quello che molti di voi stavate aspettando, ossia la statua del Red Knight. A primo impatto la statua, di ben 25 cm, sembra davvero ben fatta, infatti presenta una cura minuziosa dei particolari, oltre ad un’ottima colorazione della stessa e priva di qualsiasi sbavatura. Purtroppo il materiale con cui è stata costruita, ossia in ABS, la rende molto leggera al tatto, dando anche l’impressione di non esser particolarmente resistente (sensazione che ho provato nel momento in cui ho montato le due sciabole NdR).

Per quanto riguarda la recensione di Dark Souls 3 sarà presto pubblicata, ovviamente non prima di aver provato per bene il gioco, ed aver affrontato qualche boss fights.

Lascia un commento