Recensione: NVIDIA GeForce GTX 1080 Founder Edition

Introduzione

maxresdefault

Tutti si aspettavano la presentazione delle nuove GPU di fascia alta NVIDIA in occasione del Computex, la casa di Santa Clara ha però anticipato i tempi e presentato in una conferenza ufficiale tenutasi ad inizio Maggio, in occasione del DreamHack di Austin, le nuovissime GeForce GTX 1070 e GeForce GTX 1080.

gallery-1Le due nuove proposte NVIDIA sono basate sul chip con architettura Pascal GP104 dotato di 7,2 miliardi di transistor e realizzato con processo produttivo a 16 nanometri FinFET da TMSC.

La GeForce GTX 1080 è di fatto la GPU più veloce al mondo, coi suoi 2560 CUDA core operanti a 1607 MHz, che arrivano a 1733 MHz grazie al GPU Boost 3, mostra come NVIDIA abbia ottenuto risultati veramente impressionanti riguardo alle frequenze, risultati mai visti prima. La scelta di  8 GB di memoria GDDR5X  operante all’impressionate frequenza di 10 GHz è inoltre una totale innovazione che porta un nuovo standard nel mercato delle schede video consumer.

A New King

GTX1080King

Jen-Hsun Huang, CEO NVIDIA, ha affermato che la GeForce  GTX 1080 offre una potenza di ben 9 teraflops con calcoli a singola precisione, permette prestazioni migliori rispetto ad uno SLI di GeForce GTX 980, consumando poco più di una singola GTX 980 ed offrendo un’efficienza tre volte superiore rispetto alla Titan X.”

13116719_597122570450504_208778420_nUna scheda che, con la VR in rapida espansione, cerca di abbattere i limiti dati dalle configurazioni multi-GPU, offrendo prestazioni simili a quelle di uno SLI di GTX 980, permettendo il massimo delle performance coi visori VR senza ricorrere a sistemi multi-GPU. Che sia dunque LA scheda che rende risoluzioni superiori al Full HD giocabili in modo ideale, senza il rischio di incappare in ottimizzazioni mancate o pessime dovute al multi-GPU, una scheda che rende il 1440p ad alti Hz fruibile a dettagli massimi ed il 4K a singola GPU una realtà?

Nelle prossime pagine andremo proprio a recensire e scoprire insieme questa fantastica scheda valutando il suo comportamento “sul campo” e cercando di valutare quanto la nuova architettura dia benefici, non resta che auguravi una buona lettura!

Lascia un commento