Recensione: Mionix Avior 7000

DSCN0322Mionix è un’azienda di periferiche da gaming famosa per i suoi prodotti di alta qualità. La peculiarità sta nel mantenere un basso numero di prodotti per garantire una massima qualità sia costruttiva sia prestazionale.

Oggi vogliamo parlarvi di uno dei prodotti Mionix, ovvero l’Avior 7000, un mouse ottico per ambidestri dalle alte prestazioni.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Mionix Avior 7000
Tipologia Ambidestro
Dimensioni 125.5x65x36.6 mm
Pulsanti 9 pulsanti
Peso 100g (143g con cavo)
Sensore Ottico IR LED Avago ANDS-3310
Sensibilità 7000 DPI
 Velocità di tracciamento 5.45 m/s (215IPS)
 Memoria interna Flash 128kB
 Processore ARM @32MHz
 Illuminazione LED RGB, modificabile via software
Cavo 2m cordato
Interfaccia USB con connettore placcato in oro
Personalizzazione Calibrazione distanza LiftOff e Angle Snapping, analisi della superficie S.Q.A.T., Macro, 5 profili disponibili, selezione DPI in 3 step (possibilità di selezione DPI diversa sui 2 assi

UNBOXING

DSCN0324La confezione dell’Avior è molto compatta e semplice, totalmente nera con la foto in evidenza del mouse. Una volta aperta troviamo il mouse protetto da una cover plastica e uno scomparto laterale dove si trova il cavo. Il bundle è praticamente nullo in quanto il software deve essere scaricato dal sito ufficiale, quindi troviamo solamente il manuale d’istruzioni e un adesivo del logo Mionix.
DSCN0330A primo impatto il mouse si presenta elegante con una piacevole copertura soft-touch e un design perfettamente simmetrico, caratteristica fondamentale per un mouse pensato sia per destrorsi che per mancini. Da entrambi i lati troviamo i tasti azionabili con il pollice e in totale il mouse presenta 9 tasti completamente programmabili.

PRIME IMPRESSIONI

DSCN0332La qualità costruttiva dell’Avior è evidente e si nota subito sin dal primo utilizzo. La plastica utilizzata è molto solida e rifinita, ricoperta da diversi strati di materiale soft-touch che garantiscono presa e comodità. A dire il vero l’Avior non è un mouse per tutte le impugnature e quella che più mal digerisce è la fingertip (quella che utilizzo io), proprio per il suo design per ambidestri, infatti con questa impugnatura il mouse risulta stancante nelle lunghe sessioni e i tasti per il pollice su entrambi i lati danno fastidio al mignolo. Usando l’impugnatura Claw non dovrebbero esserci grossi problemi, anche se avremmo preferito una maggior inclinazione dei tasti principali. DSCN0334Ovviamente il massimo del confort e della usabilità la troviamo con l’impugnatura di tipo Palm la quale non presenta nessun tipo di problema con questo mouse. I piedini in teflon sono di grandi dimensioni e garantisco un’ottimo scorrimento su tutte le superfici. Infine Mionix ha scelto di non rendere personalizzabile il peso del mouse, quindi i 100gr, che diventano 143 con il cavo, devono bastare.

PROVA SUL CAMPO

Ovviamente l’ambiente ideale dell’Avior è la sessione di gioco, in particolare negli FPS, dove, grazie all’ottimo sensore ottico Avago ANDS-3310, la precisione e la tracciatura è sempre perfetta. Per approfondire le caratteristiche del sensore c’è da dire che l’ANDS-3310 è un sensore ad altissime prestazioni che può raggiungere ben 7000 dpi ed è completamente sprovvisto di accellerazione hardware (sia positiva che negativa), il che lo rende estremamente preciso ed adatto anche ai giocatori high-sens.
Per provarlo ho scelto la Beta di Battlefield Hardline, il nuovo titolo EA, dove è stato possibile apprezzare le qualità dell’Avior. La precisione durante il gioco è massima, la reattività del mouse è molto alta, anche grazie al peso molto basso (usato in fingertip il peso risulta fin troppo ridotto) e i pulsanti, degli switch Omron D2FC-F-7N garantiti per 20 milioni di click, offrono un buon sostegno per evitare “click” non voluti. Consigliamo di disabilitare i tasti per il pollice opposti al vostro uso perchè sono facilmente cliccabili per sbaglio con il mignolo. Una nota di riguardo va spesa per la rotella gommata veramente ben progettata e frenata maggiormente rispetto ai concorrenti, dotata di step di rotazione molto precisi perfetti per chi seleziona l’arma attraverso la rotella.

SOFTWARE

Il software di gestione del mouse non è compreso nel bundle, quindi va scaricato dal sito Mionix da questo indirizzo. Mionix ha fatto un ottimo lavoro e il software è pressochè completo in tutto. L’interfaccia è semplice e intuitiva e permette la personalizzazione di tutte le varie funzioni del mouse, l’azione dei pulsanti, gli step dei DPI, la distanza di Lift-Off, il colore e gli effetti dei Led RGB. Una funzione interessante (qualcosa di simile l’abbiamo già vista per il Logitech G502) è la misurazione della perdita di dati tra sensore e superficie d’uso che permette la calibrazione del sensore al fine di garantire il massimo delle prestazioni con il mousepad utilizzato. Ovviamente il software consente la creazione di Macro in modo veloce e semplice.

CONCLUSIONI

Mionix ha certamente fatto un ottimo lavoro sul suo Avior 7000 grazie ad una componentistica di massimo livello e una qualità costruttiva elevata. Tuttavia non è un mouse per tutti in quanto il design ambidestro non lo rende comodo e godibile con tutti i tipi di impugnatura.

Voto DeathCaverna 4.5/5
ptpienoptpienoptpienoptpienoptmezzo

 

DSCN0322
DSCN0322
« 1 di 9 »

 

4 Comments

  1. Ciao , non so se è il posto giusto per scriverti , ma ho anche io questo mouse e ho letto la tua recensione su Amazon dove parli del problema del doppio click non voluto.
    Io ho il problema contrario! a me il tasto sinistro fa un rumore diverso dal destro e 2 o 3 volte mi è rimasto bloccato. Sembra come essere leggermente incastrato. Non so se puo’ dipendere dal tasto o dallo switch.
    Non ultimo problema è che il piede ha una colla fortissima e non è facilissimo neanche fare prove smontandolo…hai qualche consiglio?

    1. Ciao Pancrazio, onestamente nella recensione parliamo di buona sostenibilità del tasto proprio per evitare click non voluti, non abbiamo riscontrato problemi con i tasti dell’Avior. Detto questo il difetto che hai elencato può dipendere solo da due fattori 1) o il tasto, che fa parte della scocca principale, ha un difetto di fabbrica che si incastra tenendo lo switch premuto (meno probabile) 2) lo switch è difettoso ed a volte si incastra rimanendo premuto (più probabile visto che ti fa un rumore diverso dal tasto destro). Per aprirlo dovresti prima rimuovere i pad surfer con ad esempio un cacciavite a taglio, ma considera che una volta tolti li dovrai sostituire con un paio nuovi perchè difficilmente rimarranno in buono stato e riapplicabili. Valuta tu se ne vale la pena perchè se lo switch è la causa del problema non potrai risolverlo facilmente (se non ricordo male per sostituirli nell’Avior vanno dissaldati e risaldati quelli nuovi) a meno che non sia in garanzia, ma se lo fosse non lo devi smontare 🙂
      Spero di esserti stato d’aiuto 😉

  2. Grazie, purtroppo è la stessa conclusione a cui ero arrivato io… Il mouse è in garanzia ma se non si blocca potrebbero tranquillamente dire che non ci sono problemi (già successo ad altri utenti) l’ho pagato 34€ senza contare le spedizioni, e dovrei spenderci 10/15€ per rispedirlo visto che sono a carico mio. Ma neanche mi interesserebbe se non fosse per tutto il tempo che dovrei restare senza mouse…

Lascia un commento