Recensione: Cooler Master MasterCase Pro 5 NVIDIA Edition

Unboxing e prime impressioni

Il MasterCase Pro 5 NVIDIA Edition arriva in una scatola di cartone nero, molto curata nei dettagli con stampato sopra il case nella versione base, solo un adesivo aggiuntivo raffigurante il logo NVIDIA lascia intendere che vi sia qualcosa di diverso dal classico MasterCase Pro 5.  Una volta aperta protetto da inserti in polistirolo ben più spessi e resistenti di quelli a cui siamo abituati, inserito in una sacca protettiva troviamo il nostro MasterCase Pro 5.

Una volta rimosse tutte le protezioni quel che salta subito all’occhio è il design molto particolare del prodotto; il pannello con finestra non è del classico plexiglas trasparente, ma ha una tonalità di verde molto leggera, per il resto il case esteticamente è un MasterCase Pro 5 con una cura nei dettagli della verniciatura davvero maniacale.

Una volta aperto si nota subito come lo spazio interno sia stato utilizzato in modo davvero ottimo e come il case rispetti la filosofia del brand “Make it Yours”, permettendo di rimuovere, spostare ed aggiungere elementi in base alle proprie esigenze.

Il MasterCase Pro 5 permette diverse soluzioni di raffreddamento, con ben 3 radiatori installati contempraneamente, un 2x 120/140 nel top, un 3x 120/140 nel frontale ed 1x 120/140 nella parte posteriore sopra le I/O della motherboard, dove troviamo una delle  3 ventole da 140mm fornite (le altre due sono installate sul frontale).

Il MasterCase Pro 5 risulta ben rifinito, non vi sono angoli vivi o sbavature taglienti, gli HDD da 3.5″ possono esser montati in diverse posizioni; di base è  possibile installare ben 5 dischi da 3.5″, ma volendo Cooler Master rende possibile l’acquisto di diversi accessori e sarà quindi possibile raddoppiare gli spazi destinati ai dischi. Per quanto riguarda i dischi da 2.5″, oltre che adattati negli slot da 3.5″, trovano il loro spazio nei carrellini removibili posti sopra la cover del PSU, con delle asole passacavi per un cable management perfetto, rendendoli così visibili dalla finestra laterale in modo ordinato.

Il case è dotato di asole passacavi messe tutte dove ti aspetteresti di trovarle, fare un cable management ordinato e pulito sarà facile e veloce, le possibilità interne sono davvero tante, il PSU ha una sua camera separata, la zona di passaggio dei cavi ha dei ferma-cavi in velcro di ottima fattura e davvero comodi che permettono di avere ordinata anche la parte posteriore del case.

Per quanto riguarda le VGA supportate da questo MasterCase Pro 5 le limitazioni sono nulle, il case con i carrellini per dischi da 3.5″ posizionato in alto permette di installare VGA fino a 296mm, spostando o rimuovendo quest’ultimo sarà possibile installare VGA fino a 412mm.

Infine sul frontale il MasterCase Pro 5  offre oltre ai classici pulsati di accensione e reset 2 USB 3.0 e le connessioni da 3.5″ per cuffie e microfono.

Lascia un commento