NVIDIA Quadro M2000 basata su GPU Maxwell

die chip maxwell

Il perfetto equilibrio di prestazioni, caratteristiche irresistibili e form-factor compatto garantisce incredibili esperienze creative con un’ampia gamma di applicazioni 3D professionali. La scheda offre 4 GB di ultra-rapida memoria integrata e la potenza per gestire quattro display 4K in modo nativo.

NVIDIA

Da quando l’architettura Maxwell è stata introdotta sul mercato ogni famiglia di schede è stata rimpiazzata da questa nuova tecnologia. Nel Q4 del 2014 la casa di Santa Clara ha mandato in pensione la serie GeForce Kepler per dare il benvenuto alla serie GeForce Maxwell, proprio per questo motivo le GPU hanno preso il nome di GM20x.
Tuttavia la famiglia Quadro dev’essere ancora rimpiazzata completamente e proprio qualche giorno fa NVIDIA ha annunciato la Quadro M2000 che prenderà il posto della sorella Kepler K2200.

quadro-m2000-02

Questa soluzione assomiglia in tutto e per tutto alla GTX 950: adotta infatti il chip GM206 con 768 CUDA Core48 TMU,6 ROPs ed ha a bordo 4GB di memoria GDDR5. Anche le frequenze dovrebbero essere le medesime, la GPU opera a 1180Mhz mentre la memoria dovrebbe essere lavorare a 6600 MHz, garantendo quindi un bandwidth di 106 GB/s. Tuttavia troviamo delle differenze in termine di consumi, a differenza della GTX 950 questa scheda video non ha bisogno del connettore ausiliario a 6-pin, da questo possiamo dedurre che usufruirà solamente dei 75W forniti dal PCI Express. Meno assorbimento di energia significa anche meno calore prodotto, NVIDIA infatti ha deciso di equipaggiare questa scheda con un piccolo dissipatore a singolo slot monoventola.
La scheda è inoltre dotata di 4 DisplayPort 1.2 in grado di gestire quattro display 4K in modo nativo, il prezzo di listino è di ben 570 euro.

quadro-m2000-03


Fonte: nvidia.it

Lascia un commento